Come si piantano i fiori: come fare, i periodi migliori e consigli sulla semina

piantare-fiori

Portata

Difficoltà

piantare-fiori

 

Con l’arrivo della bella stagione, vedere il proprio giardino o il balcone pieno di fiori colorati è davvero un piacere. Spesso si acquistano le piante già fiorite e pronte da trapiantare, ma comprare i semi e coltivare piante e fiori da zero può essere molto più soddisfacente e anche economico.

In questo articolo ti daremo un sacco di consigli su come e quando piantare i semi, su come trattare il terreno, su come scegliere lo spazio migliore per piantare i fiori e molto altro.

 

Preparazione del terreno per piantare i fiori

 

Prima di iniziare a coltivare i fiori bisogna mettere in atto alcuni accorgimenti per preparare il terreno e renderlo adatto alla coltivazione. Inizia la preparazione almeno 15 o 20 giorni prima della semina, in modo che il terreno abbia il tempo per assestarsi.

Comincia estirpando radici ed erbacce ed eliminando sassi e detriti depositati sulla zona da coltivare. Per fare questo aiutati con un diserbante naturale fatto in casa. Mescola poi il terreno con del concime già pronto o con uno fatto in casa e un ammendamento  in profondità in base al tipo di pianta o fiore da coltivare.

 

Con l’ammendamento, andrai a migliorare le condizioni fisiche del terreno; ad esempio, se è troppo compatto, puoi aggiungere della sabbia, invece, se è troppo sciolto, puoi mescolarlo con dell’argilla o della marna.

Mentre, per renderlo più fertile, puoi usare dei concimi organici, come il letame secco o in granuli oppure la cornunghia. Il concime organico si ottiene dalla macinazione di zoccoli e corna di animali, solitamente bovini, ed è adatto soprattutto per la fioritura di rosai, alberi e arbusti. Spesso è usato anche il sangue di bue per fiori, come rose, ortensie e oleandri, per ortaggi, come carote, patate, e per le piante di agrumi.

 

Quando piantare i bulbi dei fiori: i periodi migliori

 

Ogni periodo dell’anno è buono per trapiantare i bulbi nel terreno. Dipende dalla tipologia. Ad esempio, in primavera si piantano i bulbi di dalie, anemoni, begonie, calle e altri fiori che fioriscono in estate.

Ad ogni modo, a partire dalla primavera puoi piantare nuovi bulbi a intervalli di due settimane fino al mese di luglio, così da avere fioriture sempre nuove e colorate.

 

In autunno puoi mettere a dimora bulbi a fioritura invernale e primaverile e, in questo caso, trapiantarli da fine estate fino ad autunno inoltrato. Tra gli altri bulbi, che fioriscono in primavera, ci sono gli iris, i narcisi, i tulipani, le camassie e i giacinti.

Queste piante fioriscono fino a fine giugno/inizio luglio e puoi metterle a dimora da inizio autunno fino a inizio inverno. Questo periodo è buono anche per piantare i bulbi di aglio ornamentale. Molte delle sue varietà resistono bene alle malattie e al freddo e si possono piantare nella terra anche in zone di montagna.

 

Oltre alle fasi stagionali, quando si piantano i bulbi bisogna fare molta attenzione alle fasi lunari. La luna crescente ha un’influenza sullo sviluppo della parte esterna della pianta, quindi, favorisce la produzione di foglie, fiori e frutti. Ad esempio, le piante da frutto come zucchine, pomodori e peperoni, si dovrebbero piantare durante la luna crescente.

Mentre, la luna calante ha un’influenza positiva sullo sviluppo della parte sotterranea della pianta e, quindi, sui bulbi, sulle radici e sui tuberi.

Come piantare i fiori nei vasi

Per prima cosa assicurati che il vaso sia pulito. Togli perciò tutti i detriti con l’aiuto di un panno umido o di una spazzola e per rimuovere eventuali residui di calcare sul fondo o sulle pareti immergili in acqua e aceto. Dopo aver pulito e posizionato i vasi sul tuo balcone, inizia con uno strato drenante per consentire all’acqua dell’annaffiatura eccedente di defluire.

 

Copri poi con uno strato di tessuto non tessuto (ossia un tessuto caratterizzato dalla mancanza della trama classica del tessuto e che non si sfilaccia quando lo tagli proteggendo le piante senza coprirle completamente come un tessuto compatto) per evitare l’infangamento e versa il terriccio per fiori nei vasi e nelle fioriere. Nelle fioriere ti suggeriamo di piantare da 5 a 7 fiori per metro.

Bagna le piante prima di piantarle, quindi, immergi in acqua la pianta con il vaso in plastica fino a quando non emergeranno più bolle d’aria. Poi, togli il vaso in plastica e piantale nel vaso per la fioritura ricoprendo le radici con il terriccio e lasciando un paio di centimetri di spazio dal bordo per l’annaffiatura.

 

Quali fiori piantare nei vasi

 

Scegliere quali fiori piantare nei vasi dipende molto dall’esposizione, in ombra o al sole, del balcone.

Tra le varietà di fiori da vaso più profumate si annoverano sicuramente le gardenie, le petunie, la lavanda, ma anche violette e narcisi.

In ogni caso, la posizione dell’area scelta per la coltivazione dei tuoi fiori è determinante per decidere quali specie piantare.

 

Se il tuo balcone è esposto a sud e, quindi, è molto soleggiato, dovrai scegliere fiori che crescono bene con la luce del sole, mentre, se è esposto in una zona ombreggiata dovrai scegliere piante che crescono bene senza avere bisogno di molta luce.

 

Come seminare i fiori in giardino

 

Per una fioritura ottimale, è necessario scegliere lo spazio del giardino da destinare alla coltivazione. Procedi con un’analisi delle caratteristiche chimico-fisiche del terreno, in base ai fiori che ti piacerebbe piantare. Una volta stabilita l’area, zappa e rastrella la terra portando alla luce eventuali semi indesiderati in modo che il sole faccia seccare i piccoli germogli.

Poi, concima la zona con un fertilizzante specifico per i fiori che vuoi piantare. Ricordati sempre che la semina all’aperto è molto legata al clima e che i fiori, in generale, per crescere e durare il più a lungo possibile hanno bisogno di una temperatura favorevole.

 

In genere, tutte le piante da fiore richiedono una temperatura minima di 10-12 °C e crescono bene su un suolo umido e tiepido. Quasi tutte le piante annuali da fiore si prestano alla semina a dimora, quindi all’aperto, ma perché crescano forti e sane, dovrai aspettare il primo caldo che arriva nei mesi di aprile e maggio.

Disponi anche un impianto di irrigazione per sopperire alla mancanza d’acqua dovuta a precipitazioni sempre più scarse. Anche la distribuzione della luce è importantissima per la scelta dell’area destinata alla semina. Molte specie per crescere hanno bisogno di essere esposte alla luce un certo numero di ore al giorno, senza, tuttavia, subire i raggi diretti del sole.

 

Per questo, le posizioni migliori per la semina all’aperto sono est, sud-est e sud-ovest, proprio perché garantiscono un tempo abbastanza lungo di esposizione alla luce, ma evitano che i fiori siano esposti ai raggi diretti nelle ore di punta.

Ogni quanto innaffiare i fiori

È molto importante annaffiare i fiori con la giusta frequenza. Essa dipende dal grado di esposizione dei fiori alla luce del sole. Se i fiori si trovano in una zona del giardino o del terrazzo più esposta ai raggi solari, hanno bisogno di essere annaffiati più spesso, mentre, se sono all’ombra puoi bagnarli con una minore frequenza.

 

In caso di troppa siccità, ad esempio, ti suggeriamo di bagnare i fiori del giardino ogni 2-3 giorni, cercando di dedicare il tempo necessario ad un’annaffiatura profonda.

Per i fiori in vaso, invece, il discorso cambia. Le piante in vaso non sviluppano radici profonde come quelle da giardino e quindi ti consigliamo di bagnarle ogni giorno e in caso di siccità anche 2 volte al giorno.

 

Qual è il momento migliore per annaffiare i fiori durante il giorno

 

Solitamente i momenti migliori per innaffiare i fiori sono o la mattina presto o il tardo pomeriggio.

Per quanto riguarda la prima opzione, va bene per le piante e i fiori da giardino, ma meno per i fiori in vaso sul terrazzo. Questo perché l’acqua al mattino evapora più velocemente e le piante hanno a malapena il tempo di usarle.

 

Annaffiare nel tardo pomeriggio, permette invece ai fiori di godere per tutta la sera e la notte di un buon grado di umidità. Ti sconsigliamo fortemente di annaffiare i fiori nell’ora di punta. Infatti, nei momenti più caldi della giornata, l’acqua ha un effetto lente, molto dannoso per i fiori e per le piante, poiché le gocce di acqua sulla pianta tendono a surriscaldarsi rischiando di bruciare lo stelo e le foglie.

 

Speriamo che i consigli che ti abbiamo dato possano adesso esserti utili per piantare i tuoi fiori in vaso o in giardino. Ora non ti resta che metterti all’opera e se hai bisogno di idee per il tuo giardino ti suggeriamo di dare un’occhiata alla sezione dedicata sul nostro sito!

Accedi subito e goditi la spesa!

Il tuo carrello contiene già 5 articoli o sei arrivato a 10€ di spesa, effettua l'accesso per poter procedere con il tuo ordine e riservare una fascia oraria di ritiro/consegna.

Pochi minuti per concludere l'ordine

Restano ancora 5 min. per concludere il tuo ordine. Successivamente dovrai selezionare nuovamente l'orario di ritiro.

Prodotto in Promozione

Aggiungi al carrello questo articolo, oggi è in promozione.

Attenzione

Durante la modifica di un ordine non è possibile effettuare il cambio di servizio, nè di punto di ritiro della spesa.


Indirizzo non valido

L'indirizzo non è selezionabile perchè non è servito dal negozio attuale. Durante la modifica di un ordine non è possibile effettuare il cambio di indirizzo di consegna al di fuori della stessa zona di consegna.


Trova

ATTENZIONE

Cambiando tipologia di servizio non ritroverai in carrello i prodotti eventualmente già inseriti. Avrai invece a disposizione le tue liste della spesa.
Vuoi procedere?

Stai cambiando punto di ritiro

Cambiando il punto di ritiro il tuo carrello potrà subire delle variazioni (differenti promozioni o non disponibilità di alcuni prodotti)

Note aggiuntive