Piedi gonfi? Le cause più frequenti e i rimedi naturali più efficaci

Alcuni ne soffrono tutto l’anno, altri solo in estate e molte donne ne fanno esperienza in gravidanza. Stiamo parlando del problema dei piedi gonfi. Ecco di seguito alcune delle principali cause di questo fastidio e tanti rimedi casalinghi per trovare sollievo.

piedi-gonfi-rimedi

Portata

Difficoltà

piedi-gonfi-rimedi

Piedi gonfi: quali sono le cause

Tra le cause più comuni del gonfiore ai piedi c’è la disidratazione, ma non è l’unica. Vediamo insieme quali possono essere le altre:

- Uno stile di vita sedentario in cui si passano molte ore seduti

- Passare troppo tempo in piedi (anche questo può causare dolore e gonfiore alle caviglie)

- Giornate molto calde che rendono faticosa la circolazione nelle zone periferiche del corpo, soprattutto degli arti inferiori

- Indossare pantaloni o scarpe molto strette, che a loro volta limitano la corretta circolazione del sangue

- Tacchi troppo alti

- Eccesso di sale negli alimenti

- Gravidanza

- Sovrappeso

 

A volte, però, non si tratta solo di cattive abitudini o di cambiamenti fisici e metabolici portati da condizioni temporanee come la sindrome premestruale o una gravidanza.

Il gonfiore ai piedi e alle caviglie può essere anche causato da patologie come insufficienza renale o cardiaca, insufficienza venosa, diabete o linfedema. In quest’ultimo caso ad essere colpito è il sistema linfatico, che, non funzionando a dovere, porta all’accumulo di liquidi in varie parti del corpo, principalmente, piedi, caviglie e gambe.

Le patologie menzionate sono in generale causa di una cattiva circolazione che porta gonfiore e altri sintomi come prurito, formicolio ecc.

In caso di fastidi persistenti, il consiglio è sempre quello di consultare un medico, così da fare una diagnosi precoce ed evitare che eventuali problemi al cuore o ad altri organi possano peggiorare col tempo.

Rimedi per i piedi gonfi

Fortunatamente esistono diversi rimedi ai piedi gonfi. Uno dei più efficaci è quello di bere molta acqua. Assicurati perciò di bere la giusta quantità di acqua ogni giorno.

Ti consigliamo di iniziare a svolgere esercizi specifici per sciogliere le caviglie e favorire la circolazione.

Uno di questi consiste nel ruotare le caviglie verso l’esterno tenendo le gambe allungate. Questo esercizio ha infatti il beneficio di riattivare la circolazione, aiutandoti a sgonfiare i piedi e a sentire meno fastidio.

Un altro modo semplice ma efficace per riattivare il flusso di sangue e rilassare i muscoli è quello di mettere una pallina da tennis sotto il piede e farla rotolare con movimenti circolari lungo tutta la pianta. Questo rimedio, inoltre, ti aiuta ad alleviare eventuale dolore all’arco plantare e a rafforzare le caviglie.

 

Ancora, uno dei più classici toccasana per la circolazione è questo: una volta rientrati da una lunga giornata di lavoro, stenditi a terra e solleva le gambe a 90 gradi appoggiandole al muro. Resta in questa posizione distendendo le spalle, la schiena, il collo e le gambe e anche i tuoi piedi troveranno sollievo. Infatti, così facendo aiuterai l’attività di drenaggio del sistema linfatico, diminuendo la ritenzione dei liquidi.

 

Tra i rimedi naturali della nonna ti consigliamo poi impacchimassaggi pediluvi, da sempre molto utilizzati per dare sollievo ai piedi affaticati.

Il pediluvio è un facile rimedio per i piedi gonfi e con un costo quasi zero. Riempi una bacinella con acqua calda, aggiungi un paio di cucchiai di bicarbonato e un po’ di sale e lascia i piedi a mollo massaggiandoli delicatamente per una mezz’ora.

Puoi ottenere effetti benefici anche attraverso pediluvi in acqua fredda alternati a massaggi. Questi ultimi possono essere fatti in casa con oli e lozioni naturali a base di burro di karité, camomilla e malva.

Se preferisci invece utilizzare gli impacchi, prova con un decotto di edera: basta far bollire un etto di foglie in un litro d’acqua.

 

Ma non è finita qui. Ci sono ancora altri modi naturali per rilassare i piedi e le caviglie e farle sgonfiare. Tra questi ci sono l’olio essenziale di pompelmo, l’acqua con cetriolo e limone e l’anguria. Vediamo come utilizzarli e quali sono i benefici.

Puoi ricorrere all’olio di pompelmo aggiungendone qualche goccia in una vasca con acqua tiepida. In questo caso è anche un’ottima preparazione per una pedicure. In generale, il pompelmo ha proprietà antiossidanti e l’olio ha proprietà diuretiche e antinfiammatorie che aiutano a drenare i liquidi, alleviando il gonfiore alle caviglie e ai piedi durante la gravidanza e in tutte le altre situazioni che causano questi disturbi.

Come accennato, anche il cetriolo e il limone, avendo proprietà antinfiammatorie, sono efficaci contro il gonfiore di piedi e caviglie. Perciò ti consigliamo di aggiungerne alcune fette in un po’ d’acqua prima di berla.

Infine, l’anguria è un ottimo diuretico, composto per il 92% di acqua ed è utile a stimolare la minzione.

 

In ultimo, un piccolo consiglio generale riguardante l’alimentazione: cerca di ridurre i cibi salati e di seguire una dieta povera di sodio per contrastare la ritenzione idrica alla base della dolorosa sensazione di gonfiore.

Per ulteriori approfondimenti, visita la sezione Cura del corpo di CosìComodo e procurati tutto il necessario per dare sollievo ai tuoi piedi.

Piedi gonfi in gravidanza: qualche rimedio e consiglio

La gravidanza, come noto, porta vari cambiamenti nel corpo di una donna ed è una delle principali cause dei piedi gonfi. Di seguito un piccolo elenco di consigli per evitare o, quanto meno, alleviare il più possibile questo disturbo:

- Utilizza scarpe comode con un tacco di massimo 3 o 4 centimetri e un plantare largo

- Indossa calze elastiche a compressione graduata se la temperatura lo consente

- Fai attenzione all’aumento di peso (seguire una corretta alimentazione in gravidanza è davvero molto importante)

- Fai regolare attività fisica

- Evita di restare in piedi per troppo tempo

- Evita ambienti troppo caldi

- Tieni uno sgabello sotto i piedi se non sei ancora in maternità e lavori molto tempo al pc

 

Tra i rimedi naturali, come già accennato, ti consigliamo di fare dei pediluvi e di massaggiare le gambe e le caviglie usando una crema rinfrescante e defaticante.

Piedi gonfi negli anziani: c’è da preoccuparsi?

L’edema alle gambe e ai piedi, che si manifesta spesso negli anziani, non è solo un problema estetico, ma può essere un campanello di allarme per altre patologie.

Infatti, in caso di altri sintomi come respiro corto, febbre, intorpidimento e sensazione di calore e dolore specialmente nella zona del polpaccio, meglio consultare il medico.

Quest’ultimo sintomo, in particolare, può indicare l’inizio di una trombosi venosa, quindi è da tenere sotto controllo.

 

Ora che ti abbiamo spiegato un po’ le cause e dato qualche consiglio per alleviare il gonfiore ai piedi, non ti resta che metterlo in pratica e trovare finalmente sollievo.

Evitate di mangiare cibi molto salati e seguite una dieta con poco sodio così da combattere la ritenzione idrica alla base della dolorosa sensazione di gonfiore.

Accedi subito e goditi la spesa!

Il tuo carrello contiene già 5 articoli o sei arrivato a 10€ di spesa, effettua l'accesso per poter procedere con il tuo ordine e riservare una fascia oraria di ritiro/consegna.

Pochi minuti per concludere l'ordine

Restano ancora 5 min. per concludere il tuo ordine. Successivamente dovrai selezionare nuovamente l'orario di ritiro.

Prodotto in Promozione

Aggiungi al carrello questo articolo, oggi è in promozione.

Attenzione

Durante la modifica di un ordine non è possibile effettuare il cambio di servizio, nè di punto di ritiro della spesa.


Indirizzo non valido

L'indirizzo non è selezionabile perchè non è servito dal negozio attuale. Durante la modifica di un ordine non è possibile effettuare il cambio di indirizzo di consegna al di fuori della stessa zona di consegna.


Trova

ATTENZIONE

Cambiando tipologia di servizio non ritroverai in carrello i prodotti eventualmente già inseriti. Avrai invece a disposizione le tue liste della spesa.
Vuoi procedere?

Stai cambiando punto di ritiro

Cambiando il punto di ritiro il tuo carrello potrà subire delle variazioni (differenti promozioni o non disponibilità di alcuni prodotti)

Note aggiuntive